Come convertire la patente italiana in francese

Recentemente mi è scaduta la patente (ebbene sì, 10 anni sono volati…) e invece di tornare in Italia a rinnovarla, ho deciso di convertirla in patente francese.

Prima di decidere se rinnovarla o convertirla, ho svolto qualche ricerca su Internet. Ho trovato varie informazioni e testimonianze, alcune attendibili, altre meno…

Ecco com’è andata:

  1. Prima di tutto ho dovuto scoprire qual era la prefettura che si occupava dello scambio, ho scritto loro un’e-mail per chiedere conferme e mi hanno prontamente inviato a casa un fascicolo con tutte le informazioni e documenti richiesti.

  2. Alternativamente potete cercare direttamente tali informazioni sul sito della prefettura sotto la voce Échanger un permis de conduire d’un autre pays européene. I documenti richiesti potrebbero cambiare da una prefettura all’altra. Nel mio caso, ho dovuto presentare i seguenti:

  • il formulario di domanda di scambio CERFA n°14879*01 (scaricabile dal sito della prefettura)
  • il formulario CERFA 06 n°14948*01 a colori (scaricabile dal sito della prefettura)
  • la patente di guida originale in corso di validità e la carta d’identità in corso di validità da presentare allo sportello
  • 2 fotocopie a colori fronte retro della patente
  • 2 fotocopie della carta d’identità
  • 2 fotocopie di un giustificativo di domicilio (bolletta, ricevuta d’affitto, contratto di lavoro…)
  • 2 foto d’identità a colori, identiche a conformi alle norme per il passaporto

Tra i vari documenti richiesti c’era anche una traduzione legale della patente. Tuttavia se possedete una patente formato europeo (quelle a tesserino, non di carta), la traduzione non è davvero necessaria. Se ve la chiedessero potete fare riferimento a questa legge che dice chiaramente che la traduzione non serve in questo caso, e potete così risparmiare una cinquantina di euro. Vorrei ringraziare MS e la sua testimonianza che mi ha aiutato a districarmi in questa situazione.

  1. Mi sono recata alla prefettura per consegnare i documenti richiesti. Nota bene: lo scambio può essere fatto solo se la patente è ancora valida, ma una cosa che non vi dicono è che sarebbe meglio andare a scambiarla con un certo anticipo. Io sono andata un mese prima della scadenza e a quanto pare era già una situazione limite…

  2. Qualche giorno dopo ho ricevuto per posta un documento che attestava che avevo presentato domanda per effettuare lo scambio, con le generalità e i contatti della persona che si stava occupando della mia pratica (il che mi ha dato grande fiducia, almeno sapevo chi incolpare se qualcosa fosse andato storto!)

  3. A questo punto, secondo le indicazioni della lettera sopra menzionata, avrei dovuto attendere un paio di settimane dalla sua ricezione e telefonare per informarmi dello stato della pratica. Così feci, e al telefono mi fu detto che la patente era stata spedita.

  4. A un mese dalla mia domanda, mi è stata recapitata la nuova patente francese direttamente a casa, con mia somma gioia. La cosa strana è che sia al telefono che allo sportello mi era stato chiaramente detto che avrei dovuto ritirare la patente nuova alla prefettura, dove mi avrebbero ritirato quella vecchia… ?! Nuove procedure di cui loro stessi non sono al corrente?!

In ogni caso, tutto è bene quel che finisce bene!

Vorrei ricordare che la conversione della patente non è obbligatorio tranne nel caso in cui venga commessa un’infrazione per cui te la fanno cambiare per poterti scalare i punti.

Vantaggi:

  • Mi sono risparmiata il viaggio in Italia, che in sé non sarebbe stato un problema, ma ero più preoccupata all’idea di organizzare e coordinare le mie ferie in concomitanza con la burocrazia italiana, lo sbattimento di prendere appuntamento per la visita medica sperando di trovare un volo economico per quei giorni ecc…
  • Non ho pagato alcuna tassa: la conversione è completamente gratuita.
  • La patente francese vale 15 anni invece di 10.
  • Non ho sostenuto alcuna visita medica (sistema obiettabile, ma io lo considero un vantaggio perché, siamo onesti, chi è che ha davvero voglia di andare alla visita medica?).
  • La foto sulla patente francese è in bianco e nero… molto più stilosa! 😉

Svantaggi:

  • Nessuno. 🙂


2 thoughts on “Come convertire la patente italiana in francese”

  • In realtà c é uni svantaggio…. In italia la patente comincia con 20 punti e guadagni 2 punti ogni 2 anni che non commetti nfrazioni… fino a un massimo di 30 punti. In francia parti con 12 punti puoi recuperare i punti persi come in italia ma non vai mai sopra i 12 di partenza. In piu in francia tolgono più punti che in italia per la stessa infrazione e se perdi tutti i punti devi rifare la patente che in francia costa circa 1600 euro

    • Ciao Fabio, grazie per il commento! Questa è sicuramente un punto importante di cui non ero a conoscenza. Fortunatamente non ho mai perso punti mentre vivevo in Francia, ma solo una volta in Italia… (mea culpa) 🙁

Rispondi