Com’è vivere a Dublino?

Com’è vivere a Dublino al giorno d’oggi? Questo post è dedicato a chi sta pensando di trasferirsi a Dublino per lavoro o per studio, ma anche a chi è curioso di saperne di più su come sia vivere nella capitale dell’Irlanda.

Qui vi racconto quali sono i punti di forza e i lati negativi della vita a Dublino, secondo me.

Ma prima faccio una doverosa premessa. Questo articolo si basa sulle mie preferenze ed esperienze e non pretende di essere una guida valida per tutti. Il mio punto di vista è quello di una trentenne che vive in coppia, senza figli, che ama la tranquillità e la natura… e ovviamente i viaggi! 🙂


CASA

Cercare casa a Dublino di questi tempi è un’impresa titanica. La domanda è di molto superiore all’offerta, il che comporta prezzi degli affitti spropositati, ma non solo. Questa situazione è terreno fertile per padroni di casa senza scrupoli che sfrattano gli inquilini per poter ri-affittare a prezzi sempre più alti. Inoltre si sentono continuamente storie di truffe, di bettole sovraffollate e di gente che sempre più facilmente rimane senza un tetto.

Fortunatamente a me è andata meglio, visto che sono arrivata qui quando la bolla immobiliare aveva appena cominciato a crescere. Anche se non abito nella zona più bella della città, sono riuscita ad accaparrarmi un appartamento ampio e in buone condizioni, ben servito dai mezzi ma comunque raggiungibile a piedi dal centro.

Certo, avremmo voluto spostarci in una zona migliore ma basta fare una ricerca su daft.ie (il sito più usato per la ricerca di casa qui in Irlanda) per rendersi conto che al momento non si trova nulla di meglio. Finiremmo per spendere molto di più per poi ritrovarci in un appartamento più piccolo e malconcio.

Insomma, questo è decisamente un tasto dolente della vita qui a Dublino. Anche se al momento ce la passiamo abbastanza bene, i contratti d’affitto sono annuali, per cui cosa succederà allo scadere del contratto rimane sempre un’incognita.

Casa a Dublino: ★☆☆☆☆

A post shared by Laura (@_daphnae_) on

LAVORO

Se cercare casa a Dublino è un tale inferno ci sarà pure un lato positivo per trasferirsi a Dublino! Ebbene sì, il lato positivo è che il lavoro c’è! Che siate alle primi armi o stagionati professionisti, ogni giorno vengono pubblicate tante offerte di lavoro sui siti specializzati, come Indeed, Jobs o Irish Jobs.

In Irlanda la paga minima oraria è di 9,55€ all’ora (dato di gennaio 2018), ma visto quel che dicevo sui costi delle case non vorrei proprio vivere a Dublino prendendo il minimum wage. Se sapete bene l’inglese e avete delle competenze, al momento c’è davvero tanta scelta. Grazie alla politica di agevolazioni fiscali verso le multinazionali che stabiliscono una sede a Dublino, ci sono tante aziende prestigiose per cui vale la pena di trasferirsi qui (vedi Google, Facebook, Airbnb…).

Inoltre, qui ci si può aspettare un certo livello di meritocrazia sul lavoro e, se aspirate a una carriera internazionale, Dublino è un buon punto per partire. Dimenticatevi l’idea di lavorare per la stessa azienda per 30 anni. Qui si passa rapidamente da una compagnia all’altra e in questo modo si fanno progressi più facilmente sia in termini di responsabilità che di guadagni.

Lavoro a Dublino: ★★★★★

A post shared by Laura (@_daphnae_) on

SANITÀ

Ed eccoci al secondo punto dolente della vita a Dublino (e in generale in Irlanda). La sanità è abbastanza scadente, non solo a detta mia, ma potete fare riferimento a questo sondaggio di expat che mette a confronto la sanità italiana con quella irlandese.

Avendo vissuto in Francia poi, il paragone è ancora più impietoso. Mentre in Francia pagavi tante tasse ma la maggior parte delle spese mediche era completamente coperta dallo stato o dall’assicurazione privata, qui anche con l’assicurazione privata non si viene quasi mai rimborsati completamente. Insomma, mi sento meno tutelata e sicura di come mi sentivo in Francia.

Leggi anche: Non è un paese per ipocondriaci

Infine, non so se sia così anche in Italia ma qui le farmacie fanno prezzi diversi, quindi evitate di acquistare nelle zone turistiche, domandate se il generico è disponibile e chiedete che vi vengano dati i farmaci “in bulk”, ovvero tutti insieme. Così facendo ho scoperto che lo stesso farmaco in certi posti mi sarebbe costato più di 50€ e ora che sono più accorta lo pago meno di 15€.

Sanità a Dublino: ★☆☆☆☆

A post shared by Laura (@_daphnae_) on

VITA SOCIALE E TEMPO LIBERO

Ecco di nuovo un punto forte di Dublino! Qualsiasi siano le vostre preferenze, qui troverete sempre qualcosa da fare. Se amate frequentare i pub, la vita notturna e deliziarvi il palato con cucine di ogni parte del mondo, Dublin city fa per voi. Anche per quanto riguarda attività culturali, artistiche e musicali, a Dublino non vi annoierete. Ogni mese vengono organizzate mostre, festival, concerti, mercatini… insomma ce n’è per tutti i gusti.

Essendo una città così giovane e multietnica, è molto facile fare amicizia, e ci sono tanti gruppi (dai Meetups agli scambi linguistici alle associazioni di volontariato) che rappresentano un’ottima forma di aggregazione. Io stessa, appena arrivata, partecipai a diversi ritrovi, dagli scambi linguistici organizzati alla biblioteca dell’Ilac Centre alle pubbate con i ragazzi del forum di Irlandando). Parola di timida e introversa, non c’è posto migliore per socializzare! 😀

Se invece siete amanti della natura e delle attività all’aria aperta, la vita in Irlanda non vi deluderà. Se per esempio vi piace correre o fare escursioni, qua il clima è ideale per praticare queste attività per tutto l’anno, perché non è mai così freddo né così caldo come in Italia. Poi certo, bisogna fornirsi dell’abbigliamento consono per questo clima (impermeabile e a prova di vento) ed essere mentalmente flessibili su cosa sia il “bel tempo”. Dopo tutti questi anni nel Nord Europa, ormai considero i 15°C come clima mite. 😀

Una cosa che mi manca è sicuramente la possibilità di godermi appieno l’estate, un semplice aperitivo all’aperto, indossare abiti leggeri sapendo che farà caldo tutto il giorno. E sì, mi manca il mare caldo e l’andare in spiaggia, il crogiolarsi al sole in balcone, dormire con le finestre aperte nelle notti estive… Solo per questo gli do una stellina in meno.

Salute a Dublino: ★★★★☆

VIAGGI

La mia quinta priorità è la possibilità di viaggiare. Dublino ha un aeroporto internazionale che dà la possibilità di prendere voli diretti verso tantissime destinazioni. Basta dare un’occhiata ad Aerlingus e Ryanair per rendersi conto delle possibilità! E se casomai la destinazione che cerchiamo non fosse servita direttamente, basta prendere una coincidenza per la vicina Londra.

Inoltre, l’aereoporto è piuttosto vicino alla città e si può raggiungere facilmente in autobus o in taxi per cifre abbordabili (7€ per il bus, 24-28€ per il taxi). Non posso non fare paragoni con il tempo che impiegavo a raggiungere l’aeroporto Charles de Gaulle da Versailles… più di un’ora e mezza di treno (con cambio!) e se avessi preso il taxi sarebbero stati almeno 60€. Quindi su questo fronte Dublino vince clamorosamente.

L’unico lato negativo della mia vita a Dublino è che non avendo la macchina mi sento un po’ limitata nei miei spostamenti sulla terra ferma. Solo per questo motivo devo togliere una stellina.

Viaggi a Dublino: ★★★★☆


E questo è tutto. Che ne pensate? Quest’articolo è in linea con quello che pensavate? O forse è meglio o peggio delle vostre aspettative? Ci verreste a vivere a Dublino?

In partenza per Dublino? Dai un’occhiata alle offerte di Booking.com

Se avete dei commenti o domande non esitate a condividerli qui sotto. 🙂



13 thoughts on “Com’è vivere a Dublino?”

Rispondi