In bici per Dublino: dublinbikes.ie

Ieri ho sperimentato per la prima volta l’emozione di andare in bicicletta per Dublino. Ho attraversato tutta la città, da Dublino 8 fino a Dublino 4 e poi mi sono incamminata a piedi fino alla baia, lungo Sandymount Strand.

Contro ogni aspettativa la giornata è stata ideale: faceva un bel caldo irlandese, ovvero c’era il sole e relativamente poco vento. Il tempo ha retto nonostante i grossi nuvoloni che stazionavano a ovest della città; il vento proveniente dal mare li ha tenuti alla larga.

Percorso bicicletta Dublino

Tornando al giro bicicletta, essendo una ciclista mooolto occasionale, ho deciso che non valesse la pena comprarne una ma ho usufruito del servizio dublinbikes, che è la versione dublinese del Velib’ parigino. A Parigi non l’avevo mai provato, ma qui mi sono decisa.

Costo: 20€ all’anno per accedere alle bici in qualsiasi momento. La prima mezzora è gratuita, dopodiché fino a un’ora costa 50 centesimi, fino a due ore 1,50 € e così via, fino a un massimo di 24 ore. Tenete presente che se sgarrate anche solo di 2 minuti e la riconsegnate 32 minuti dopo averla noleggiata, pagherete comunque 50 centesimi! Essendo Dublino abbastanza piccola, è molto probabile che riuscirete a raggiungere la vostra meta in meno di mezzora. Quindi è fondamentalmente un buon affare!

Le stazioni sono sparse un po’ in tutta la città e stanno continuando a crearne di nuove, tale è stato il successo del servizio (su dublinbikes.ie potete leggere le ultime statistiche). E in effetti è davvero comodo e conveniente. Le biciclette sembrano in buono stato (oggi ne ho cambiate tre per tre diverse tratte), hanno le marce e un utilissimo cestino davanti.

Fortunatamente Dublino è una città pianeggiante, con pochissimi dislivelli, e col poco vento di ieri devo dire che mi sono proprio goduta la mia bici! Ma ora passiamo al tasto dolente dell’andare in bicicletta a Dublino… le piste ciclabili.

Le piste ciclabili sono una barzelletta. Come sapete qui si circola sulla sinistra, ma questo non è un grosso problema in bici. Il problema è che per un tratto vedi tracciato il percorso per bici sulla strada, poi improvvisamente si unisce alla corsia preferenziale per autobus e taxi, poi infine sparisce nel nulla. In alcuni tratti stradali manca completamente il tracciato, ma la vera presa per i fondelli sono quei tratti, come ad esempio lungo il fiume (zona docks), in cui per tot metri c’è una pista perfettamente disegnata, con tanto di due corsie opposte, e tu pedali finalmente piena di speranza, quando improvvisamente la tua corsia sparisce… così.

Insomma, l’idea c’è ed è buona, ma devono ancora lavorarci parecchio su per rendere la vita più facile ai ciclisti! Comunque… nonostante tutto sono sopravvissuta e credo che d’ora in poi nelle giornate di sole prediligerò questo mezzo rispetto al tram o all’autobus.

Una nota importante! Se non volete fare l’abbonamento annuale perché siete in città solo per qualche giorno, sappiate che esiste anche un abbonamento per tre giorni, alla ragionevole cifra di 5 €. Per tutte le informazioni, leggete qui: dublinbikes.ie.

Come al solito se avete dubbi, domande o curiosità, scrivetemi! 🙂



Rispondi