Perché questo blog?

Ho dato vita a questo blog con l’intenzione di raccontare delle mie esperienze di vita all’estero e dei miei viaggi (da qui il titolo del blog, Travelling Expat). Col passare degli anni il blog è cambiato con me. Non parlo più solo della mia vita all’estero e dei miei viaggi, ma anche dei miei interessi, come la fotografia, le lingue e, più recentemente, l’educazione online, il fitness e minimalismo come stile di vita. NB: lista totalmente non esaustiva! 😀

Certo, avrei potuto creare un blog per parlare di ciascuno di questi argomenti e vi assicuro che ci ho pensato e provato varie volte, ma sono anche una pigrona distrattona, per cui finirebbero abbandonati nel giro di due settimane. Per questo ho deciso di riunire tutto quanto in un solo blog e riorganizzare categorie e tag per facilitare la ricerca e, nel caso stiate cercando informazioni su un solo tema, potete ignorare tranquillamente gli altri!

Questo blog ha due obiettivi.

Da un lato voglio che questo sia per me una sorta di diario personale, per tenere traccia delle mie esperienze e riflessioni. Per non dimenticarmene e per vedere come cambiano nel tempo. Io adoro agende, block-notes e quadernini di ogni taglia, colore e dimensione. Ne ho collezionati parecchi nel tempo ma…  anni di fallimenti hanno dimostrato che non riesco proprio a dedicare tempo a compilare un diario ogni giorno, e questa è stata sempre fonte di grandissima frustrazione. Per cui ora ho deciso, quando ho qualcosa da raccontare o foto da condividere lo farò qui. Le foreste e il portafoglio già ringraziano…

Dall’altro vorrei che le mie esperienze siano utili anche agli altri. Quante  volte ho cercato le risposte che cercavo o la giusta ispirazione leggendo blogger che avevano fatto le stesse cose prima di me, oppure avevano già affrontato questa situazione o quel problema. Per questo motivo la seconda missione del blog è quella di condividere articoli, guide, recensioni e contenuti il più possibile utili e inspirational (spero!) per expat, viaggiatori, amanti delle lingue, della fotografia e di tutti gli argomenti di cui amo parlare.

A questo punto non mi resta che augurarvi buona lettura e…

…lasciate un commento se qualcosa vi è piaciuto. 🙂