Un weekend a Westport

A giugno ho trascorso un weekend fuori porta, nella contea di Mayo. Originariamente avevamo in programma di visitare Achill Island, ma a quanto pare l’unico modo per visitarla è affittare una macchina a noleggio e, per vari motivi, questo non ci era possibile. Ma non ci siamo scoraggiati e siamo partiti comunque alla volta di Westport!

Cosa fare a Westport nel tempo di un weekend?

Primo giorno

Abbiamo preso il treno da Heuston Station (Dublino) e ci abbiamo messo circa 3 ore per arrivare. Il viaggio in treno è comodo e piacevole, e fuori dal finestrino abbiamo visto scorrere tanto verde e nuvole! Era da così tanto tempo che non prendevo un treno qui in Irlanda che è stato un po’ come fare un tuffo nel passato per me.

Una volta arrivati in città abbiamo subito raggiunto a piedi il nostro alloggio. Abbiamo affittato un appartamentino appena fuori città, proprio sulla costa, e non ce ne siamo pentiti. Westport è un paesino di poco più di seimila abitanti. Il tipico posto dove la gente si offre di darti indicazioni se vede che stai guardando una mappa e sembri confuso, o dove puoi anche lasciare la porta di casa aperta senza timore di essere svaligiato. Insomma, quell’Irlanda amichevole e rurale che non si incontra tutti i giorni nel centro di Dublino. 😉

Il nostro appartamento dava direttamente sul mare e dalla terrazza di poteva ammirare il Croagh Patrick, quella che sarebbe stata la nostra meta l’indomani.

Secondo giorno

Oggi è il giorno in cui proviamo a salire sul Croagh Patrick, la montagna sacra degli irlandesi. La leggenda vuole che San Patrizio abbia scacciato i serpenti dall’Irlanda proprio da qui e, per commemorare il santo, molti pellegrini salgono fino in cima al monte, alcuni persino a piedi nudi. Noi ovviamente non avevamo in mente nulla di tutto ciò, ma volevamo fare una bella escursione e ammirare il paesaggio della baia dall’alto.

Il punto di partenza della scalata è il villaggio di Murrisk, a circa 7 km da dove alloggiavamo noi. Al centro turistico ci avevano avvisato che l’autobus non sarebbe passato quel giorno all’andata ma solo al ritorno (?!?). Così abbiamo deciso di fare quel tratto a piedi, visto che tutto sommato sembrava fattibile. Dopotutto noi eravamo andati lì per camminare, no?

A posteriori posso confermare che abbiamo fatto la scelta giusta. Il tratto di strada che abbiamo percorso era facile e un piacere per gli occhi e siamo stati fortunati a trovare un tempo favorevole, anche se abbastanza ventoso. Una volta raggiunto Murrisk ci siamo fermati per una pausa e poi, gambe in spalla, abbiamo iniziato la nostra salita sul Croagh Patrick!

Già dopo i primi 10 minuti la vista di è aperta sulla costa e il paesaggio era splendido. Peccato che, continuando a salire, il vento era sempre più forte, al punto tale da fare perdere l’equilibrio. Abbiamo continuato ancora un po’, ma sopra una certa soglia il monte era coperto di nubi, e presto ci siamo ritrovati immersi nella nebbiolina e al contempo sferzati dal vento. Con un po’ di dispiacere abbiamo deciso di fermarci lì e scendere. Durante salita abbiamo visto che c’erano anche dei sentieri segnalati intorno a Murrisk e quindi abbiamo optato per percorrere uno di quelli.

Alla fine abbiamo fatto non uno, ma ben due dei percorsi segnalati intorno a Murrisk e vi dirò, alla fine li ho trovati ben più piacevoli dell’arrancare contro vento e pioggia su per il monte! Solo nel tardo pomeriggio le nubi si sono diradate e abbiamo potuto ammirare il monte nella sua interezza. Ma è andata benissimo così!

Terzo giorno

Ci alziamo con calma e poi andiamo verso il centro di Westport. Mentre aspettiamo il treno abbiamo il tempo di girare il centro in lungo e in largo. Poi eccoci di nuovo sulla via del ritorno a Dublino. Il tempo è sorprendentemente caldo e il sole quasi picchia che dà fastidio. Ma noi siamo belli e soddisfatti per questa bellissima escursione nell’Irlanda dell’ovest, quell’Irlanda antica e autentica di cui spesso mi dimentico nel mio tran tran quotidiano della Dublino moderna.

Spero solo di non far passare di nuovo degli anni prima di tornare da queste parti!


Per organizzare il nostro viaggio, come sempre ho prenotato tramite Booking.com, noi abbiamo alloggiato qui.



Rispondi